Homepage > Glossario > Malattie mielo e linfo-proliferative
Malattie mielo e linfo-proliferative

Gruppo di tumori caratterizzati da una crescita abnorme di cellule del sangue malate, impedendo alle cellule normali di svolgere le loro funzioni. 

Sono malattie linfoproliferative le leucemie (interessano i globuli bianchi), i linfomi (interessano i linfonodi e la milza) e altre che colpiscono gli anticorpi, cellule coinvolte nella risposta immunitaria, cioè nella lotta dell’organismo nei confronti degli organismi dannosi. Tuttavia questa distinzione non è così netta e spesso ci sono forme in cui le cellule tumorali sono presenti nel circolo sanguigno ma si possono anche accumulare nei linfonodi, nel midollo osseo (dove si formano le cellule del sangue) e nella milza. La leucemia linfatica cronica è la forma più diffusa negli adulti.

Sono malattie mieloproliferative la policitemia vera (interessa i globuli rossi), la leucemia mieloide cronica (interessa i globuli bianchi) e la trombocitopenia essenziale (interessa le piastrine). 

Di solito vengono scoperte casualmente con un esame del sangue e i disturbi sono generici, come stanchezza, dimagrimento, qualche linea di febbre, sudorazioni notturne e dolori ossei diffusi. Possono essere anche legate a osteoporosi secondaria, cioè causata da malattie non ossee, che compare probabilmente a causa di uno squilibrio tra processi di formazione e di demolizione dell’osso.

 

Bibliografia:

 

Dianzani MU, Dianzani I, Dianzani U. Istituzioni di patologia generale (4 ed). UTET, Torino 2004

 

<< torna al Glossario

 

Condividi

segui
Penne Forsteo