Homepage > Cos'è l'osteoporosi > Esami clinici > Radiografia della colonna vertebrale
Radiografia della colonna vertebrale

Lo scopo della valutazione radiologica della colonna vertebrale (dorso-lombare) è quello di identificare le fratture vertebrali da fragilità, che come già descritto, possono talvolta essere subcliniche o asintomatiche e pertanto non dare segno di se attraverso una sintomatologia dolorosa.

L’identificazione (o l’esclusione) di una o più fratture vertebrali da fragilità in un paziente affetto da osteoporosi ha numerose implicazioni e pertanto dovrebbe essere una procedura standard, salvo alcune eccezioni (es., soggetti in cui non si vogliano utilizzare radiazioni per motivi clinici), in quanto:

Radiografia della colonna vertebrale

  • L’identificazione della frattura da fragilità vertebrale modifica, secondo anche la classificazione del OMS, il grado di severità attribuito all’osteoporosi e quindi la prognosi del paziente;

  • In un paziente con frattura vertebrale da fragilità la prescrizione di una terapia è un atto necessario e dovuto, rientrando nella prevenzione secondaria di successive fratture (tra cui anche quella del femore);

  • In Italia, l’identificazione di una o più fratture vertebrali da fragilità dà accesso all’esenzione di alcuni dei farmaci comunemente usati nella terapia dell’osteoporosi e nella prevenzione delle fratture.

Alcuni specialisti utilizzano comunemente metodiche di analisi delle vertebre lombari e dorsali denominate “morfometria vertebrale”, che si basano sulla misurazione delle altezze dei corpi vertebrali, al fine di accertare la presenza o meno di una (nuova) frattura vertebrale. Tali procedure, che usualmente sono eseguite su radiografie standard della colonna vertebrale, possono talvolta essere espletate anche su scansioni ottenute con la MOC-Dxa. 

La valutazione radiologica della colonna vertebrale in un paziente osteoporotico può infine essere utile per identificare deformità vertebrali non correlate all’osteoporosi, come la presenza di un’eventuale artrosi (spondiloartrosi) della colonna. La spondilo artrosi può avere una certa rilevanza in quanto può produrre una sovrastima della densità ossea a livello lombare, evenienza di cui è bene essere a conoscenza per una più adeguata interpretazione della MOC lombare.

Bibliografia:

Società Italiana dell'Osteoporosi del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro. Linee Guida per la Diagnosi, Prevenzione e Terapia dell’Osteoporosi. 2012.
Albanese Cv, Passariello R. Osteoporosi e Malattie Metaboliche dell’Osso. Clinica e Diagnostica. Seconda Edzione, 2009.
World Health Organization. Assessment of fracture risk and its application to screening for postmenopausal osteoporosis. Technical Report Series. WHO, Geneva, 1994.

 
>> Torna alla sezione Esami clinici << 

 

Condividi

segui
Penne Forsteo